Partita da dimenticare a Roma per i grigiorossi, sconfitti 22-5 alla fine di un incontro confuso

Spettatori che entrano in campo e ingaggiano una rissa con i giocatori, basterebbe questo per evitare ogni ulteriore commento, su uno sport che forse deve tornare ai valori, prima di decantarli in otri di frasi vuote, ma coloro che hanno messo fatica e cuore nella partita meritano una cronaca, comunque.

È la Primavera ad aprire le danza andando in meta dopo una maul, la Gran Sasso si riporta nella metà campo gialloblù in maniera stabile producendo un buon gioco, ma non riesce a raccogliere i frutti del lavoro svolto, subendo anzi la seconda meta al 16’ e la terza marcatura al 28’. La fine del primo e l’inizio del secondo tempo è a senso unico, con i grigiorossi che producono gioco e marcano al 7’ con Mistichelli, andando vicinissimi alla segnatura poco dopo. Gli animi però iniziano a scaldarsi, le troppe provocazioni in campo non gestite portano ad un gioco sporco e confuso. Al 25’ in seguito ad un confusissimo punto d’incontro sotto i pali grigiorossi l’arbitro Bolzonella decreta un calcio di punizione per la Primavera, si accende una rissa che coinvolge tutti i giocatori in campo e a cui decidono di partecipare tifosi di casa stipati nella curva gialloblù. Giocatori e staff delle squadre riportano la calma dopo sette minuti, ma la partita, intesa come evento sportivo è finita da un pezzo. Alla ripresa la Primavera batte velocemente il calcio e manda a segno Ventola, con i grigiorossi in 13 ancora fermi sul campo, Bolzonella decide poco dopo, con anticipo, ma forse non sbagliando, di mandare tutti negli spogliatoi.
Una giornata da archiviare per la Gran Sasso, ma onestamente per l’intero mondo della palla ovale.

Buone notizie infine dall’under 18 che ha sconfitto l’Adriatica rugby 31-10, perde di misura in serie C 19-15 contro San Benedetto la squadra cadetta.

 

 

CENTRO DI PREPARAZIONE OLIMPIACA “GIULIO ONESTI” (Roma), – domenica 22 ottobre

Primavera Rugby v Gran Sasso Rugby 22-5 (17-0)

Marcatori: p.t.  6’ Venturoli mt. tr. Kemoklidze (7-0), 16’ mt. Marigo nt. (12-0), 28’ mt. Callori Di Vignale (17-0). 7’ st. meta Mistichelli nt. (17-5), 26 mt. Ventola (22-5)

Primavera Rugby: Alessi (16’ st. Alegiani), Marigo, D’Ottavio, Martelli (23’ st. Salvemme), Martelletti, Riitano, Kemoklidze (16’ st. Ventola), Gabbuti, Falcini (34’ st. Borsetti), Callori Di Vignale, Custureri, Lavini (16’ st. Serini), Belcastro (36’ st. Rizzacasa), Venturoli (34’ st. Mazza), Risi (4’ Dinacci). A disposizione: Rizzacasa,
All. Leonardis

Gran Sasso Rugby: Du Toit, Capone, Feneziani, Giampietri, Mistichelli, Lorenzetti, Fidanza, Pattuglia, Santavenere, Suarez (32’ st. Di Febo A.), Di Febo R., Fiore, Paolucci, Iezzi, Milani (21’ st. Mandolini) A disposizione: Cecchetti, Ippoliti, Lofrese, La Chioma, Fattore, Valdrappa
All. Lorenzetti

Arb. Stefano Bolzonella

27’ cartellino giallo Santavenere (Gran Sasso), 31’ cartellino giallo Callori Di Vignale (Primavera), 25’ st. cartellino giallo Feneziani (Gran Sasso), cartellino rosso Di Febo R. (Gran Sasso), cartellino giallo Serini  (Primavera), 29’ cartellino giallo Paolucci (Gran Sasso)

Punti conquistati in classifica: Primavera Rugby 5, Gran Sasso Rugby 0

Classifica